Daniele Girardi

 

Daniele Girardi

Daniele Girardi nasce a Verona nel 1977.

Frequenta l’Accademia di Belle Arti di Brera e nel 2000 si trasferisce a Milano.

Dal 2006 iniziano i soggiorni americani con residenze a New York e a San Francisco, che lo spingeranno sempre più a viaggiare e ad interagire con la comunità artistica internazionale. 

Negli ultimi anni i suoi interessi si sono concentrati essenzialmente sull’immagine come traccia digitale: da qui sono nati vari nuclei di lavori, tra cui le videopitture, opere in cui disegno, pittura, immagini e collages digitali, creano un ciclo e un’azione nel tempo. Un albero in fiamme (Inner Surface, 2008) è stato il primo soggetto: una visione pura, senza suoni, solo un inevitabile accadere di eventi naturali che, nel loro svolgersi, ibridano lentamente la forma e la natura del soggetto. 

In Re-Evolution (2009), invece, è l’individuo ad essere al centro dell’azione, in uno sfondo sempre più avvolgente e denso di materia pittorica. Soggetto e ambiente si contaminano ad ogni minimo movimento, impastando suono, immagine e azioni, fino a che i punti di vista gradualmente si sommano, unendo la partecipazione del soggetto alle dinamiche di ciò che invece lo circonda.

Le tre videopitture di I Road (2010) proseguono verso questa direzione, modificando in maniera sostanziale l’impianto e le modalità tecniche della videopittura stessa, approdando a risultati straordinari in termini di fusione tra messaggio e linguaggio.

Nell’ultimo anno di lavoro la ricerca si focalizza sull’installazione. Le tematiche dell’artista si concretizzano in forti invasioni dello spazio come nel progetto I ROAD, in cui l’asfalto copre la superficie della galleria e in What Remains (2011), le cui sbarre di ferro aggrovigliate con monitor e cavi si ergono dal pavimento in un’esplosione ibrida.

Le sue opere si trovano in importanti collezioni private e pubbliche come la Galleria d’ Arte Moderna Palazzo Forti di Verona e il MACRO di Roma.

Vive e lavora a Milano.

ULTIMI POST
CHIARACANALI.COM