Valerio Saltarelli Savi | Mario Branca

 

Valerio Saltarelli Savi | Mario Branca

14 - 28 marzo 2008
Palazzo Costa
Piacenza
 

Nella storica cornice di Palazzo Costa, una delle dimore settecentesche più importanti della città di Piacenza, la mostra dei piacentini Valerio Saltarelli Savi e Mario Branca crea un inedito dialogo tra le decorazioni barocche dello spazio e le sculture provocatorie ed evocative dei due artisti.

Il progetto espositivo di Valerio Saltarelli Savi e Mario Branca si articola nelle sale di Palazzo Costa, sugli scaloni semiellittici e nel giardino dell’edificio, creando un articolato percorso che avvicenda con eleganza e ironia materiali poveri e preziosi, motivi reali e immaginari, icone antiche e contemporanee. 

La ricerca di Valerio Saltarelli Savi (Piacenza, 1967) prende spunto dalla riflessione sulle contraddizioni del vivere quotidiano, nel confronto continuo tra la dimensione del sacro e del profano, tra il misticismo della fede e la superficialità dell’ estetica pubblicitaria. Da questo connubio prendono vita gli assemblaggi polimaterici dell’autore, dove bucrani, ex-voto, crocefissi e cornetti napoletani vengono impreziositi da cornici, teche, tapezzerie e luci al neon, per rileggere i tic della nostra società secondo un gusto dadaista.

Le sculture di Mario Branca (Milano, 1977), realizzate in lamiera e fili di rame lavorati, trasformano forme del mondo animale e vegetale in personaggi levitanti e animati, dando vita a creature antropomorfe che sembrano uscire dall’universo delle fiabe. La zucca che legge un libro, il cetaceo che fluttua tra le onde, i bolliti, omini immaginari che fuoriescono dagli sportelli delle caldaie, diventano personaggi onirici e impalpabili, plasmati dal gioco vibrande delle luci che si disegnano sulle superfici in rame ossidato.

Entrambi gli scultori recuperano differenti aspetti oggettuali della realtà, ricreando “nuovi miti o nuovi riti”, suggerendo altre possibili chiavi di lettura, ora critiche e dissacranti, ora fiabesche e giocose. 

La mostra, patrocinata dal Comune di Piacenza, è promossa dall’Associazione Culturale Art Company con la media partnership di Radio Fiore.

L’esposizione è accompagnata da un catalogo a colori, con testo introduttivo di Chiara Canali e materiale iconografico e bibliografico relativo agli artisti in mostra.


 

ULTIMI POST
CHIARACANALI.COM